Piotr Zielinski Girone H
MagicGol è l'app per fantallenatori che tutti aspettavano.
Il Girone H non ha una vera e propria favorita e sulla carta sembra essere il più equilibrato. Ecco la nostra guida per quanto riguarda Polonia, Colombia, Senegal e Giappone.

Polonia

I polacchi potrebbero essere la vera e propria mina vagante di questo torneo. Il CT Nawalka può contare su uno degli attaccanti più forti al mondo, ovvero Lewandowski, anche se la tegola dell'infortunio di Glik potrebbe pesare sugli equilibri difensivi. Di talento comunque ce n'è tanto. Szczesny è un portiere affidabile, Milik se è in forma sa fare tanti gol e Zielinski ha dimostrato a Napoli di essere un talento cristallino. Il 4-4-2 polacco poi fa affidamento anche allo schermo a centrocampo di Krychowiak, oltre alle scorribande di Grosicki sulla fascia sinistra. Una squadra da non sottovalutare.
Probabile formazione (4-4-2)
Szczesny; Piszczek, Cionek, Pazdan, Rybus; Blaszczykowski, Krychowiak, Zielinski, Grosicki; Milik, Lewandowski.

Colombia

La qualità non manca sicuramente alla selezione colombiana del CT Pekerman. I cafeteros si affideranno ad un 4-2-3-1 con tanta fantasia là davanti. In difesa attenzione al terzino Arias seguito dalla Juventus, oltre al talentuoso Sanchez del Tottenham e Zapata del Milan. Sulla trequarti splende la stella di James Rodriguez, con Cuadrado pronto a seminare il panico sulla fascia. La prima punta sarà Falcao, ansioso di riprendersi ciò che l'infortunio gli tolse quattro anni fa. Alle sue spalle scalpita Bacca, oltre al sampdoriano Duvan Zapata.
Probabile formazione (4-2-3-1)
Ospina; Arias, Zapata, D.Sanchez, Mina; Barrios, C. Sanchez; Cuadrado, James Rodriguez, Izquierdo; Falcao.

Senegal

Delle cinque squadre africane di questo Mondiale, il Senegal è (almeno sulla carta) la più attrezzata. Molti giocatori hanno una discreta esperienza internazionale e militano nei maggiori campionati europei. In difesa la stella è il napoletano Koulibaly, mentre il centrocampo è formato interamente da giocatori che militano in Premier: su tutti, il capitano Kouyate del West Ham. In attacco occhi puntati sul folletto del Liverpool Sadio Mané, mentre l'ex laziale Keita Balde potrebbe rivelarsi una spina nel fianco per le difese avversarie. La probabile formazione è il 4-2-3-1, dove potrebbe trovare spazio anche il granata Mbaye Niang.
Probabile formazione (4-2-3-1)
N'Diaye; Gassama, Koulibaly, Sane S., Sabaly; Gueye, Kouyate; Sarr, Manè, Keita; Konate.

Giappone

I nipponici sono la squadra con meno qualità del Girone H, ma il loro spirito guerriero potrebbe essere molto d'aiuto. Il 4-2-3-1 del CT Halilhodzic punta comunque su giocatori molto offensivi. La punta sarà Okazaki, protagonista del miracolo Leicester un paio di anni fa, mentre alle sue spalle agiranno, tra gli altri, l'ex milanista Honda (sempre positivo in nazionale) e Kagawa del Borussia Dortmund. In difesa spicca l'ex interista Nagatomo (che si è già fatto notare per la sua capigliatura), e non sono da sottovalutare neanche i due Sakai: Gotoku dell'Amburgo e Hiroki del Marsiglia.
Probabile formazione (4-2-3-1)
Kawashima; H. Sakai, Ueda, Yoshida, Nagatomo; Hasebe, Kagawa; Haraguchi, Shibasaki, Honda; Okazaki.